it-ITen-US
Bicarbonato: 3 modi di usarlo per pulire l'argento
Redayione
/ Categorie: GW BLOG, Vivere Green

Bicarbonato: 3 modi di usarlo per pulire l'argento

L'argento è un metallo prezioso conosciuto fin dall'antichità ed impiegato in diversi settori (oggettistica, gioielli, informatica ecc...) grazie alle sue proprietà intrinseche ovvero lucentezza, duttilità, malleabilità e conducibilità elettrica.

Per poter essere lavorato a livello artigianale, questo metallo si deve trovare sottoforma di lega poichè allo stato puro l'argento risulta essere troppo "morbido". Nella creazione di oggetti e gioielli si usa infatti l'argento sterling detto anche argento 925, una lega contenente il 92,5% di argento ed il 7,5% di rame.


Perchè l'argento diventa scuro

In generale, i metalli sono soggetti ad una reazione chimica detta ossidazione quando si trovano in presenza di ossigeno. L'argento annerisce anche a contatto con sostanze acide come il sudore della pelle, profumi e creme, acqua di mare, cloro di piscina ecc...

Tale reazione di ossidazione comporta la formazione di una patina scura sulla superficie dell'oggetto che è necessario rimuovere per far riemergere la sua naturale lucentezza. Questa operazione deve essere svolta regolarmente perchè più tempo passa e più tale patina tenderà a stratificare inspessendosi e diventando più difficile da togliere.

Bracciale in argento

Per evitare che i gioielli o gli oggetti in argento anneriscano dopo poco tempo è bene conservarli in ambienti non esposti alla luce e possibilmente privi di ossigeno come custodie in stoffa o velluto oppure anche avvolti in carta alluminio o nella pellicola!


Perchè pulire l'argento in modo naturale

In commercio vi sono tantissimi validi prodotti dedicati alla pulizia dell'argento, ma i vantaggi nell'utilizzare i metodi della nonna sono molteplici e riguardano principalmente la nostra salute e il nostro portafoglio!

In primo luogo, i rimedi naturali essendo completamente privi di additivi chimici non fanno male alla nostra pelle, sono estremamente economici ed in più sono composti da ingredienti sempre presenti in casa come il bicarbonato di sodio in polvere.

Dal punto di vista chimico il bicarbonato di sodio è un sale inorganico composto da sodio ed acido carbonico ed è presente in natura sotto forma di sale disciolto sia nelle acque superficiali che in quelle sotterranee.

Questo sale composto ha delle proprietà disinfettanti, sbiancanti e sgrassanti straordinarie  quindi si usa, per esempio, per pulire frutta e verdura, nei dentifrici e nei detersivi.

Bicarbonato di sodio e limone

Inoltre, il bicarbonato ha la proprietà di contrastare l'acidità gastrica e perciò lo utilizziamo in aggiunta all'acqua per aiutare la digestione dopo un pasto abbondante.


3 modi per pulire l'argento con bicarbonato di sodio


Acqua e bicarbonato

  • In un recipiente create un composto formato inizialmente da tre parti di bicarbonato di sodio in polvere ed 1 parte di acqua. Aggiustate la dose di acqua fino ad ottenere una pasta non troppo densa, ma neanche troppo liquida;
  • Con un panno in microfibra o in cotone (per evitare di graffiare l'oggetto), passate delicatamente il composto sull'argento anche più volte fino a quando non lo vedrete divenire nuovamente lucente. Se sono presenti parti in rilievo è consigliabile aiutarsi con un vecchio spazzolino da denti morbido;
  • Sciacquate sotto l'acqua corrente e asciugate con un panno asciutto.

Bicarbonato ed alluminio

Questo procedimento sfrutta la reazione chimica che avviene tra alluminio, argento, sale da cucina e bicarbonato l'ossidazione passerà dal nostro oggetto in argento all'alluminio.

  • Foderate un recipiente preferibilmente di vetro con un foglio di carta in alluminio come quelli usati per conservare gli alimenti (carta stagnola);
  • Versate dell'acqua calda ma non bollente, del sale grosso (1 cucchiaio per ogni litro di acqua) e del bicarbonato (3 cucchiai per ogno litro di acqua);
  • Immergete quindi l'oggetto da lucidare e lasciatelo a bagno per circa un'ora;
  • Sciacquate sotto acqua corrente ed asciugate l'oggetto ormai lucente con un panno asciutto e morbido.

Bicarbonato e succo di limone

  • Versate il succo di un limone spremuto direttamente sull'oggetto d'argento;
  • Aggiungete un paio di cucchiaini di bicarbonato;
  • Strofinate delicatamente con un panno morbido preferibilmente in microfibra che catturerà man mano la patina scura (di colore verdastro).
Stampa
583 Rate this article:
5.0
Please login or register to post comments.

Theme picker

Impostazioni Privacy

Modifica
Termini Di UtilizzoPrivacyCopyright 2019 by Green Whereabouts
Back To Top